"Una lunga fila di limousine nere si fermò davanti all'entrata del negozio. Io e miei collaboratori ci affacciammo per capire cosa stesse succedendo." Racconta Massimo Bedetti con dovizia di particolari.

"Indossavano un elegante vestito scuro e delle t-shirt iper aderenti, due buttafuori enormi aprirono lo sportello e uscì un uomo con occhiali da sole neri: era Arnold Schwarzenegger, anche lui vestito completamente di scuro. Una scena da film nel centro di Roma. Erano tutti in fila intorno a lui, intenti nel proteggere la star di Hollywood, talmente grossi e muscolosi, che fecero fatica a passare dalla doppia porta di sicurezza del nostro negozio."

Ricorda Bedetti accennando un sorriso.

Era il 1999 e Schwarzenegger era a Roma per la promozione del nuovo ristorante Planet Hollywood da poco inaugurato in Via del Tritone.

"Nonostante l'aspetto mettesse in soggezione - prosegue Bedetti - Schwarzenegger era molto gentile ed affabile e con fare cortese chiese di parlare con il tecnico del tempo. "

Aveva bisogno di sostituire il vetro del suo Audemars Piguet "Royal Oak Offshore End of Days", che aveva danneggiato durante le riprese dell'omonimo film ("Giorni contati" titolo italiano), in cui la star interpretava l'ex agente di polizia Jericho Cane.

"All'epoca eravamo concessionari del marchio Audemars Piguet - sottolinea il Sig. Bedetti - e Schwarzenegger scelse di affidarsi al nostro negozio. Attese con calma e curiosità la riparazione, mentre stringeva fra i denti un grosso sigaro cubano. Dopo aver provato al polso l'orologio con fare soddisfatto si congedò salutando il nostro staff con un cenno d'intesa. Infine guadagnò l'uscita con fatica, perchè nel frattempo si era formato un capannello di curiosi e fan prontamente allontanati dai suoi gorilla."

Per servire grandi clienti ci vuole un grande negozio. Bedetti: da oltre cent'anni segnamo il tuo tempo.