Usain Bolt, Nico Rosberg, Michael Phelps, Bebe Vio e Simone Biles. Questi sono solo alcuni dei nomi degli sportivi premiati a Montecarlo durante la serata di gala della 18esima edizione del Laureus World Sports Awards. La manifestazione, che premia atleti di varie discipline sportive vincenti durante l'anno precedente, fu istituita il 25 maggio 2000 e viene ricordata per la presenza e le parole di Nelson Mandela: "Lo sport ha il potere di cambiare il mondo."

Un messaggio lungimirante difatti ancora oggi la Laureus Sport for Good Foundation, che vede IWC Schaffhausen tra gli sponsor principali, è una forza capace di veicolare un cambiamento positivo, usando lo sport per mettere la parola fine a discriminazione, violenza e disuguaglianza.

Laureus ha creato dei riconoscimenti mondiali per sportivi di diverse specialità per poi utilizzare il loro carisma e i contributi dei partner al servizio di progetti sociali mondiali che usano lo sport come strumento di emancipazione sociale.

Dopo aver sfilato sul Red Carpet i campioni sono stati intrattenuti da Hugh Grant che con classe ed eleganza si è distinto fra le stelle dello sport Mondiale.

Presente anche il Team olimpico dei rifugiati, guidato da Tegla Loroupe, a cui è stato assegnato il Laureus Sport for Good Award for Sporting Inspiration. Tra gli altri riconoscimenti quello di Rivelazione dell'anno per il campione del mondo di F1 Nico Rosberg e il Laureus Spirit of Sport Award per il Leicester di Claudio Ranieri campione d'Inghilterra.

Ospiti immancabili Chris Grainger-Herr il nuovo CEO di IWC, Sean Fitzpatrick Chairman del Laureus World Sports Academy e Beppe Ambrosini Brand Manager IWC.

Bedetti, concessionario ufficiale IWC, vi aspetta nel suo punto vendita di Piazza San Silvestro per mostrarvi tutte le novità del marchio di Schaffhausen.

#IWCLaureus #LAUREUS17