Le collezioni "Métiers d'Art" di Vacheron Constantin raccontano i mestieri d'arte dei maestri smaltatori, incastonatori e cesellatori che dal 1775 hanno prestato la loro opera presso la manifattura ginevrina. Oggi come allora dal loro talento nascono veri e propri capolavori dell'arte orologiera.

Gli ultimi "Métiers d'Art" sono i nuovi segnatempo "Villes Lumières" Genève, Paris e New York. Orologi frutto dell'unione di due lavorazioni artistiche tradizionali: lo smalto champlevé Grand Feu e l'applicazione manuale di polveri preziose. La prima tecnica, già utilizzata ad esempio per il Vacheron Constantin "Métiers d'Art - Chagall & l'Opéra de Paris" è un metodo secolare che consiste nello smaltare una spessa base in metallo, oro o argento, che é stata precedentemente incisa a mano realizzando alveoli a formare il disegno finale. Tra uno strato e l'altro il quadrante viene poi cotto a una temperatura elevatissima ben 850°C. La seconda tecnica è stata utilizzata invece per la prima volta su di un quadrante dall'artista giapponese Yoko Imai. Addestrata dai maestri giapponesi, Yoko Imai dipinge su tela con la polvere preziosa ispirandosi ad un principio essenziale dell'arte della calligrafia: la ricerca di equilibrio e purezza. I granelli di polvere vengono selezionati in base alle dimensioni e alla lucentezza, applicati da diverse angolazioni e con vari tipi di luce, a mano con tecniche segrete, uno per uno. In primis i granelli d'oro che creano lo sfondo. Poi vengono applicate le polveri di diamanti e di platino, per ottenere il contrasto fra scintillii e ombre, e infine punteggiati da polvere di perle.

Un invito a contemplare la vita pulsante delle tre grandi metropoli nella magia della notte. Sui quadranti rivestiti di smalto le cascate di polveri ricreano infatti il profilo dei panorami urbani di queste città visti dall'alto, riproducendo fedelmente la cartografia luminosa nei dettagli con i quartieri più o meno illuminati e persino la densità del traffico.

Ogni quadrante, è realizzato a mano con un procedimento che richiede più di tre mesi e garantisce un risultato finale eccezionale ed un pezzo assolutamente unico.

Il diametro della cassa in oro bianco 18K è di 40 mm e lo spessore di 13.3 mm. Mosso dal calibro 2460SC i "Métiers d'Art - Villes Lumières" hanno una riserva di carica di 40 ore. Il cinturino in alligatore nero mississippiensis è cucito a mano con fibbia ad ardiglione in oro bianco 18K. Attraverso il fondello trasparente è visibile poi la massa oscillante decorata con la Croce di Malta simbolo della Maison. Il cofanetto che ospita i Vacheron Constantin Métiers d'Art Villes Lumières è equipaggiato di una lente d'ingrandimento che offre la possibilità di ammirare i dettagli di quello che più di un orologio è un'opera d'arte.

L'eccezionale realismo estetico di questi orologi certificati dal Punzone di Ginevra, scandisce il tempo secondo le tecniche tradizionali dell'Alta Orologeria. Un gioiello di design e savoir-faire, un pezzo da collezione destinato ad aumentare il suo prezzo a dismisura nel corso degli anni.